domenica, Dicembre 5, 2021
No menu items!

“Villaggio Eugenio Litta” di Grottaferrata: inaugurato nuovo reparto di Assistenza e riabilitazione

I più letti

Nasce, come ampliamento della struttura, il nuovo reparto di alto livello assistenziale e di Riabilitazione per Persone con Disabilità fisica, psichica e sensoriale, situato all’interno del Centro di riabilitazione “Villaggio Eugenio Litta” di Grottaferrata. Autorizzato ed accreditato con il Sistema Sanitario Regionale, il centro è attivo nella riabilitazione neuromotoria, psicofisica e sensoriale in regime residenziale, semi-residenziale e non residenziale.

- Pubblicità -

Il nuovo reparto è stato inaugurato mercoledì 10 novembre 2021, alla presenza, fra gli altri, di Daniele Leodori, Vicepresidente Regione Lazio, Bruno Astorre, Senatore della Repubblica, Luciano Andreotti, Sindaco di Grottaferrata, Padre Antonio Marzano, P. Provinciale della Provincia Romana Camilliani e di Michele Bellomo, Direttore Generale Provincia Romana Camilliani.

“Nasce una struttura che offre attenzione – sottolinea Leodori – alle fasce più deboli e ai minori insieme a risposte concrete alle famiglie. Il nuovo reparto rappresenta un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato realizzato grazie ad un costante dialogo tra la Regione Lazio, la Asl RM6 e la Provincia Camilliana”.

Dotato di numerosi servizi e spazi dedicati alle attività sanitarie, riabilitative, di socializzazione e spirituali, il nuovo Reparto andrà ad integrare l’offerta sanitaria già operante nella città di Grottaferrata e per tutto il Lazio. Punto di riferimento nella riabilitazione territoriale, la struttura, intende offrire con il nuovo progetto, condiviso con Regione Lazio e Asl RM6, una risposta concreta alla crescente domanda di posti letto di residenzialità per handicap multipli ed, in particolare, per i minori e giovani adulti.

“Inaugurare una struttura di tale livello –dichiara Padre Antonio Marzano, P. Provinciale della Provincia Romana Camilliani – ci consente di proseguire il cammino nella linea tracciata da San Camillo, rivoluzionario nel mondo della salute e i cui insegnamenti sono sempre attuali”.

Una volta a regime, la nuova unità consentirà di alleggerire il “carico” del Centro Diurno, collocato in un’altra ala del complesso, aumentando i posti residenziali per rispondere alle maggiori esigenze di pazienti particolarmente fragili e bisognosi di assistenza continuativa.

“Il nuovo reparto – dichiara Michele Bellomo, Direttore Generale Provincia Romana Camilliani – nasce dall’esigenza di soddisfare il fabbisogno dell’utenza e del territorio di accogliere e curare pazienti affetti da disabilità, che necessitano di terapie specifiche in una struttura specializzata e accogliente, che metta al centro i bisogni dei pazienti ospitati e delle loro famiglie”.

Articolato su tre tipologie di servizi, residenziale, semiresidenziale e ambulatoriale, il Centro di Riabilitazione, punto di eccellenza specializzato sulle patologie dell’età evolutiva, segue bambini anche piccolissimi a partire dalla più tenera età. I pazienti richiedono lunghi tempi di riabilitazione ed assistenza e, spesso, restano in carico della Struttura per molti anni in quanto sono affetti da deficit che non consentono un inserimento sociale.

Reparti come quello che sta per aprire sono perle rare nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale e si stima che i posti letto disponibili, destinati ad ospiti dai 16 anni in su, si esauriranno nell’arco di poco tempo dall’apertura.

“In un sistema sanitario che, soprattutto in materia di assistenza a pazienti lungodegenti, tende sempre più a ricorrere a convenzioni con coop del terzo settore o cliniche specializzate – dichiara Luciano Andreotti, Sindaco di Grottaferrata – l’ampliamento con nuovi posti letto del Villaggio Eugenio Litta è una notizia che ci inorgoglisce. Grottaferrata ha tutte le possibilità per divenire un’autentica Città della Salute, grazie alle eccellenze presenti nel territorio”.

Anche nell’apertura di questo nuovo reparto, per il Centro di Riabilitazione “Villaggio Eugenio Litta”, il punto focale d’orientamento sarà sempre quello indicato da San Camillo De Lellis: “Le persone al centro”. Dotata dei più moderni requisiti di accreditamento istituzionale, la struttura offre un’ampia gamma di terapie specialistiche come terapia basale, fkt, logopedia, psico-neuro-motricità e, fra i trattamenti multisensoriali, l’attività con PC, Pet Therapy, teatro, attività fisica, montagnaterapia etc. etc.

“La nuova struttura distribuita su due piani mette a disposizione 40 posti letto – conclude il Direttore Generale Michele Bellomo – ed è pronta a garantire 14.000 giornate di degenza annue. Sarà al contempo un luogo di cura e socialità, rivolto a persone con disabilità che ogni giorno sono costrette a confrontarsi con gravi problemi, fornendo al tempo stesso un prezioso sostegno alle famiglie dei pazienti”.

Il Centro si fa carico di offrire l’assistenza adeguata anche ai pazienti di altre nazionalità e religione, impegnandosi a prendere accordi con i rappresentanti di altre confessioni e tramite questi stabilire un contatto tra il paziente e/o i propri familiari. La nuova struttura, infine, è progettata per venire incontro alle esigenze dei pazienti rispondendo ai più recenti requisiti di Accreditamento Istituzionale.

Il Centro di Riabilitazione Villaggio Eugenio Litta ha ottenuto la Certificazione di Qualità ISO 9001:2015 il 26 aprile 2018.

Fondato dalla Contessa Valeria Rossi di Montelera in memoria del suo unico figlio, Eugenio Litta, deceduto nel 1948 in giovane età, il Villaggio che porta il suo nome fu, in seguito, affidato alla Provincia Romana dell’Ordine dei Chierici Regolari dei Ministri degli Infermi (Ordine Religioso dei Camilliani). Convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale fin dal 1974, poi autorizzato dalla Regione Lazio nel 1999, il Centro di Riabilitazione è stato accreditato in via definitiva con il Decreto del Commissario ad Acta n. U00309 del 21 marzo 2013, successivamente modificato ed integrato dal DCA n. U00045 dell’8 febbraio 2018. La struttura eroga servizi di riabilitazione territoriale in regime residenziale, semi-residenziale e non residenziale e persegue finalità terapeutiche nei campi della riabilitazione neuromotoria, psicofisica e sensoriale. Il Villaggio dispone di spazi dedicati a sport, cultura, servizi religiosi ed educativi, in linea con la missione di fornire accoglienza, cura e socialità agli ospiti della struttura.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Vaccini ai bambini, si parte a metà dicembre

Vaccinazioni ai bambini da 5 a 11 anni: dopo il via libera dell'Aifa sono fissate per il 13 dicembre...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -