venerdì, Gennaio 21, 2022
No menu items!

Vaccinato con tre dosi e contatto di un positivo: stop alla quarantena

I più letti
Matteo Pio Natale
Medico Chirurgo. Autore, ideatore e curatore di oltre dieci libri ed ebook scientifici. Ha condotto, inoltre, studi in Psicologia, Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia e Scienze Biologiche. Coordinatore scientifico e componente del comitato scientifico di master universitari specialistici. Ha rivestito varie cariche in qualità di componente di comitati scientifici nazionali, gruppi di lavoro nazionali, congressi e commissioni di laurea.

Dal 31 dicembre 2021 sono in vigore le nuove misure relative al periodo di quarantena ed isolamento in relazione alla nuova variante Omicron (B.1.1.529). Nello specifico, la nuova circolare del Ministero della salute ci spiega cosa è cambiato per i vaccinati e come comportarsi.

- Pubblicità -

Sono vaccinato con la terza dose ed ho avuto un contatto stretto con un positivo accertato: cosa devo fare?

Tutti i soggetti vaccinati con tre dosi, o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 120 giorni (per ciclo vaccinale primario si intendono le due dosi di vaccino) non sono più sottoposti alla misura della quarantena ma sono obbligati ad indossare dispositivi di protezione di tipo FFP2 per 10 giorni dall’ultimo contatto e ad effettuare un periodo di auto-sorveglianza di 5 giorni. Qualora durante tale periodo dovessero insorgere dei sintomi sarà necessario effettuare un tampone molecolare o antigenico rapido. Queste misure si applicano anche ai soggetti guariti da meno di 120 giorni.

Sono vaccinato con  due dosi da più di 120 giorni ed ho avuto un contatto stretto con un positivo accertato: cosa devo fare?

In questo caso, previa la conditio sine qua non dell’essere asintomatico, bisognerà osservare una quarantena di 5 giorni ed al termine della stessa effettuare un tampone per la ricerca di SARS-CoV-2: se negativo si potrà rientrare in comunità. Queste misure si applicano anche ai soggetti guariti da più di quattro mesi. Anche in questo caso qualora dovessero insorgere dei sintomi sarà necessario effettuare un tampone.

Sono un soggetto NON vaccinato ed ho avuto un contatto stretto con un positivo accertato: come devo comportarmi?

Per i soggetti non vaccinati e/o con una sola dose di vaccino e/o che abbiano ricevuto le due dosi del vaccino da meno di 14 giorni, non ci sono modifiche rispetto alle regole precedenti (https://www.giornalesanita.it/vaccinato-ma-contatto-stretto-di-un-positivo-ed-ora-cosa-fare/).

Sono vaccinato con la terza dose o ho completato il ciclo vaccinale da meno di quattro mesi ma sono risultato positivo al tampone. Cosa è cambiato?

L’ultima novità del decreto riguarda proprio la durata dell’isolamento dei soggetti positivi ma vaccinati con tre dosi o con ciclo vaccinale completo da meno di quattro mesi. In questo caso l’isolamento è stato ridotto a sette giorni per i soggetti asintomatici con l’effettuazione di un tampone, al termine di tale periodo, che dovrà risultare negativo per rientrare in comunità. Lo stesso vale per i soggetti sintomatici, con l’unica differenza che dovranno passare almeno tre giorni senza alcuna sintomatologia per l’effettuazione del tampone antigenico o molecolare.

Infine, è utile ricordare che gli operatori sanitari dovranno eseguire tamponi con cadenza giornaliera fino al quinto giorno successivo all’ultimo contatto rivelatosi positivo.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Napoli e Provincia: Controlli anti-covid dei carabinieri. Dal positivo che passeggia a quello che va a lavorare

Continuano i controlli dei Carabinieri in tutta la provincia di Napoli per verificare il rispetto delle norme anti-contagio.A Napoli,...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -