sabato, Gennaio 22, 2022
No menu items!

Super green pass: obbligatorio del 6 dicembre

I più letti

Sarà introdotto dal 6 dicembre in Italia il cosiddetto Green pass rafforzato che si ottiene solo con guarigione o vaccinazione (spia dose e con terza dose). Dal 6 al 15 dicembre valgono regole transitorie per le zone colorate.

- Pubblicità -

Validità
La validità del green pass da 12 scende a nove mesi. Il Green pass base ottenuto con un tampone sarà obbligatorio per andare a lavoro, usufruire del traporto pubblico locale e ferroviario. Per entrare il alberghi, spogliatoi e attività sportive. L’accesso a bar, ristoranti, spettacoli, eventi sportivi, stadi, feste e cerimonie al chiuso (in zona bianca e gialla) sarà consentito solo ai possessori del green pass rafforzato. Ulteriori limitazioni in zona arancione scatteranno poi solo per chi ha solo il green pass base.

I controlli
Con le nuove norme sono rafforzati i controlli entro 3 giorni dall’entrata in vigore del decreto legge i Prefetti, sentito il Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica adottano entro i successivi 5 gorni il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia. I controlli saranno svolti a campione.

Terza dose
La terza dose sarà estesa e resa obbligatoria al personale amministrativo, sanità, scuola, militari, forze di polizia soccorso pubblico a partire dal 15 dicembre.

Norme che non sono cambiate:
• la mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti;
• restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi molecolare (72 ore) e antigienico (48 ore).

Le restrizioni
I limiti per le restrizioni prevedono che in zona bianca ci sia un’incidenza inferiore a 50 (per 100 mila abitanti) e un tasso di occupazione dei posti letto fino al 15 per cento in degenza ordinaria e fino al 10 per cento in terapia intensiva. Si va dunque in zona gialla se incidenza è superiore a 50 e occupazione dei posti letto superiore a questi limiti oppure incidenza superiore a 150 e posti letto occupati tra 15 e 30 per cento e terapie intensive tra 10 e 20 per cento.
La zona arancione scatta poi se l’incidenza è superiore a 150 ei posti letto occupati per più del 30 e del 20 per cento. La zona rossa si ha quando incidenza è superiore a 150 e i posti letto rispettivamente occupati per più del 40 per cento in area medica e del 30 per cento in area rianimativa.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Napoli e Provincia: Controlli anti-covid dei carabinieri. Dal positivo che passeggia a quello che va a lavorare

Continuano i controlli dei Carabinieri in tutta la provincia di Napoli per verificare il rispetto delle norme anti-contagio.A Napoli,...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -