sabato, 28 Gennaio, 2023

Giornalesanità.it

Il Ministro della Salute...

Secondo incontro delle Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle professioni sociosanitarie (medici...

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...

Da oggi il Ministero...

Dopo 985 giorni dalla scoperta del paziente 1 si vuole far passare l'idea...

Ordine dei Fisioterapisti: il...

A meno di un mese di distanza dal semaforo verde fatto scattare agli...
HomeCronacaReintegro medici no...

Reintegro medici no vax, la direttiva di De Luca per la Campania: «Evitare il contatto con i pazienti»

«È stata inviata ai Direttori generali della Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere, una direttiva a firma del Presidente Vincenzo De Luca, con la quale si fa obbligo di definire l’impiego del personale sanitario non vaccinato contro il virus Sars-Covid19 – in concomitanza con la disposta reintegra in servizio – tutelando la salute dei pazienti e degli operatori vaccinati. Saranno quindi messe in campo le necessarie azioni dirette a contrastare ogni ipotesi di contagio, evitando il contatto diretto del personale non vaccinato con i pazienti». Così in una nota della Regione Campania.

Sulla questione il governatore della Campania non aveva mancato di polemizzare con la decisione del governo di riammettere in servizio il personale sanitario non vaccinato.
“Vaccinarsi è una forma di rispetto verso i malati e proprio noi che siamo uomini di scienza, non vaccinandoci, facciamo una cosa deontologicamente non proprio corretta» dicono i camici bianchi contrari alla scelta del nuovo governo di riammettere le figure sanitarie, dai medici agli infermieri, passando per il personale ausiliario e quello tecnico, allontananti dallo scorso inverno da ospedali, case di cura, centri riabilitativi e ambulatori, per non essersi sottoposti alla vaccinazione contro il Covid-19 soprattutto per i pazienti che non possono scegliere da chi farsi curare e quindi minimizzare la possibilità della trasmissione del virus».

«Il reintegro dei medici senza vaccino è un atto di totale irreponsabilità, che offende i medici che hanno dato una prova sulla deontologia e offende i pazienti, facendo solo demagogia. È intollerabile». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenendo oggi sulla decisione del Governo di consentire il rientro nelle strutture sanitari dei medici non vaccinati.

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

Il Ministro della Salute incontra i rappresentanti degli oltre 1,5 milioni di professionisti sanitari e sociosanitari

Secondo incontro delle Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle professioni sociosanitarie (medici e odontoiatri, infermieri, farmacisti, tecnici sanitari e professionisti della riabilitazione e della prevenzione, fisioterapisti, chimici e fisici, medici veterinari, psicologi, assistenti sociali, ostetriche, biologi) con il...

Neonato deceduto al Pertini, Ministro Schillaci: sicurezza partorienti e adeguate condizioni lavoro personale

Il ministro della Salute Orazio Schillaci sta seguendo con la massima attenzione il caso del neonato deceduto all’ospedale Pertini e della sua mamma alla quale esprime tutta la sua vicinanza in un momento tanto difficile e doloroso. Il Ministero ha...

Accesso alle terapia innovative: come rendere i percorsi meno accidentati, per garantire le migliori cure possibili a tutti i cittadini. L’esempio del Veneto.

Nonostante il grande impegno normativo di questi anni dell’Agenzia Italiana della Farmaco (AIFA) per accelerare le procedure di approvazione e di accesso alle terapie innovative, ancora oggi la tempistica reale di accesso alla terapia per il paziente può richiedere...