martedì, 29 Novembre, 2022

Giornalesanità.it

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...

Reintegro medici no vax,...

«È stata inviata ai Direttori generali della Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende...

Da oggi il Ministero...

Dopo 985 giorni dalla scoperta del paziente 1 si vuole far passare l'idea...

Ordine dei Fisioterapisti: il...

A meno di un mese di distanza dal semaforo verde fatto scattare agli...
HomeCronacaQuarte dosi, da...

Quarte dosi, da settembre in Inghilterra tocca agli ultra 50 enni

Dopo gli over 65 enni (60enni in Italia) in Inghilterra a settembre toccherà agli ultra 50 enni ricevere la quarta dose (secondo booster) di vaccino: lo ha stabilito l’organismo scientifico che affianca il governo inglese corrispondente all’Istituto superiore di Sanità italiano.

L’indicazione prevede anche un nuovo ciclo vaccinale per tutto il personale sanitario, oltre che per le persone già committed per la quarta dose ossia fragili per patologia di ogni età e anziani con più di 60 anni, per i care giver e familiari conviventi maggiori di 5 anni di pazienti gravemente immunodepressi. La novità discende dai contagi record registrati oggi che sfiorano i 300 mila sebbene a fronte di nessuna limitazione e restrizione con un liberi tutti scattato già a gennaio.

A preoccupare il governo britannico è tuttavia l’impennata dei ricoveri che rischia di mandare in tilt l’assistenza ospedaliera dei ricoveri negli ospedali causato nell’ultimo mese, sull’isola come in altri Paesi, dalla varianti Omicron Ba.4 e Ba.5; nonché della recente comparsa della sotto-variante Ba.2.75, individuata nel Regno, come in Germania, negli Usa, in Canada e in Australia, dopo aver provocato un’impennata dei casi in India da inizio maggio e a aver rivelato un numero di mutazioni tale da suggerire rischi d’una maggiore trasmissibilità.

In tutta Europa l’attuale scenario nonostante la ripresa delle quarte dosi approvate dai 60 anni in su promette di riproporre un autunno caldo sul fronte dei contagi, delle infezioni e delle reinfezioni. La popolazione a rischio di malattia grave tra i non vaccinati e vaccinati con solo due o tre dosi e quelli che da più di 4 mesi hanno ricevuto il rischiamo. Gli epidemiologi italiani prevedono per fine mese il raggiungimento del picco di questa estate caratterizzata da una inaspettata ondata che fa di Sars-Cov-2 un virus che è insensibile al caldo e al sole

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

L’Urologia del Pascale festeggia 10 anni di chirurgia robotica con 2200 interventi

Napoli, 28 novembre 2022 Se fossero candeline la torta su cui sistemarle dovrebbe essere davvero grossa. 2200 gli interventi urologici effettuati da quel 27 novembre 2012 quando al Pascale veniva operato il primo paziente con il robot da Vinci. A...

Alluvione di Ischia, dichiarazione del presidente De Luca

"La Regione Campania ritiene necessario chiedere lo stato di emergenza per l’isola di Ischia e i territori colpiti da questi eventi atmosferici disastrosi.Esprimo il ringraziamento alle forze della Protezione Civile regionale e nazionale, alle Forze dell’ordine, ai volontari, al...

Frana a Casamicciola: Ordini delle professioni sanitarie pronti ad aiutare

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a cooperare per aiuto soccorsi e assistenza". Così Franco Ascolese che ha messo a disposizione il propio aiuto ai soccorsi impegnati a Ischia per prestare soccorso dopo...