sabato, Dicembre 4, 2021
No menu items!

Nati Prematuri: al Monaldi di Napoli un centro di riferimento

di Giovanni Chello

I più letti

La Giornata Mondiale della Prematurità è stata ufficialmente celebrata per la prima volta in Europa nel 2009: nel mondo dal 2011 il 17 novembre è diventato Mondiale: “World Prematurity Day”

- Pubblicità -

L’evento nasce principalmente dall’esigenza di promuovere il mondo della prematurità e farlo conoscere sempre di più e costituisce un momento di incontro tra i professionisti sanitari e le famiglie per affrontare ed approfondire le tematiche legate alla prematurità L’obiettivo comune è di contribuire a migliorare la salute delle madri e dei bambini estremamente fragili come i neonati pretermine e di focalizzare l’attenzione sulla prevenzione del parto prematuro e sulla nascita prematura Il 10 % circa dei neonati, nasce prematuro (prima cioè delle 37 settimane) e ha bisogno di cure specializzate. La complessità clinica del neonato prematuro richiede una presa in cura tempestiva e precoce da parte di un’equipe multidisciplinare, in possesso di elevate competenze, che segua il neonato e sostenga la famiglia durante tutto il percorso clinico terapeutico assistenziale. I grandi progressi compiuti negli ultimi decenni dalla medicina neonatale, hanno condotto a risultati eclatanti in termini di riduzione della mortalità dei neonati pretermine, anche di quelli di peso ed età gestazionali estremamente bassi. Ma la sfida dei nostri tempi comprende, oltre alla riduzione della mortalità, il contenimento degli eventi patologici, in prevalenza di tipo neurologico-sensoriale, che fanno seguito alla nascita pretermine, alle patologie sovrapposte e alle terapie praticate. Altresì la riduzione della natalità che si osserva nel nostro paese non può certo condurre ad un ridimensionamento delle cure perinatali ma anzi richiede un ulteriore sforzo che riduca la mortalità neonatale ma soprattutto i danni neurologici che si osservano nei prematuri. La giornata celebrativa di quest’anno avrà come tema, per il nostro centro, “la cura centrata sulla famiglia” e rappresenterà un’occasione di incontro tra professionisti della salute e genitori per condividere esperienze e temi legati alla famiglia del neonato prematuro e comunque dei bambini provenienti dalle terapie intensive neonatali.

*direttore dell’Unità operativa complessa (Uoc) di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del Monaldi, eletto presidente della Società italiana di Neonatologia della Campania

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Vaccini ai bambini, si parte a metà dicembre

Vaccinazioni ai bambini da 5 a 11 anni: dopo il via libera dell'Aifa sono fissate per il 13 dicembre...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -