venerdì, Agosto 19, 2022
No menu items!

Menopausa, come la dieta può venirci in aiuto

I più letti

[dropcap color=”#000000″ style=”style-1″ background=”#ffffff” ] P[/dropcap]er menopausa si intende quel periodo della vita femminile in cui vi è la cessazione delle mestruazioni spontanee da almeno un anno. Il climaterio, invece, collocabile tra i il ed i 54 anni, indica quel momento della vita femminile in cui cessa la capacità riproduttiva e comprende, oltre al periodo della menopausa, anche il periodo che la precede (premenopausa) e quello che la segue (postmenopausa).
In questa fase transitoria, si apprezza un progressivo declino dell’attività secretoria ormonale dell’ovaio accompagnato da un esaurimento del patrimonio follicolare.
Nella premenopausa si verifica un accorciamento della fase follicolare del ciclo con conservazione della ovulazione e della fase luteinica. Successivamente l’ovulazione ritarda e si accorcia anche la fase luteinica. In questo periodo vi è una marcata oscillazione dei livelli degli estrogeni e dei progestinici, vera responsabile dei sintomi della menopausa.
Infine le ovulazioni divengono sempre più rare fino a scomparire del tutto con un calo progressivo della produzione estrogenica.
Nella postmenopausa la produzione degli estrogeni da parte dell’ovaio è estremante bassa. In questa fase, gli estrogeni presenti derivano principalmente dalla conversione dell’androstenedione in estrogeno (aromatizzazione). La comparsa di modificazioni cutanee e dei suoi annessi (peli sul labbro superiore e sul mento) riflette una prevalente azione periferica degli androgeni non adeguatamente antagonizzata dalle diminuite concentrazioni di estrogeni e progesterone. La sintomatologia climaterica è variabile da caso a caso con interruzione improvvisa delle mestruazioni o una interruzione progressiva preceduta da un periodo di irregolarità con flussi abbondanti o scarsi, sanguinamenti pre e post mestruali e periodi di amenorrea.
Le manifestazioni più precoci sono rappresentate da una irregolarità del ciclo mestruale.
Durante la menopausa si sviluppano alterazioni dell’equilibrio psico-emotivo e neurovegetativo con affaticabilità, irritabilità, depressione, cefalea, vampate di calore, sudorazione, parestesie, vertigini, palpitazioni e insonnia.
Si sviluppano altresì alterazioni a carico dell’apparato genito-urinario con ipotrofia e secchezza dell’epitelio vaginale e vescico-uretrale (difficoltà nei rapporti sessuali, cistiti e incontinenza), manifestazioni cutanee (secchezza, prurito, caduta dei capelli o al contrario peluria), osteoporosi, disturbi cardiaci e modificazioni metaboliche ( aumento del colesterolo LDL, aumento dei trigliceridi).
Tutti questi fenomeni sono vissuti in maniera sgradevole dalla donna. Il corpo impiega qualche anno a ritrovare un equilibrio ma non c’è da preoccuparsi, abbiamo a disposizione le armi per ritrovarlo al più presto.
A partire dalla dieta.
Una alimentazione corretta durante il climaterio prevede l’assunzione di cereali integrali, dosi moderate di legumi, frutta e verdure di stagione, pesce. E’ importante idratare bene il corpo con una assunzione di 2-3 litri di acqua al giorno. Tra i legumi cerchiamo di privilegiare la soia, ricca di fitoestrogeni che compensano il calo degli estrogeni In particolare è raccomandabile l’assunzione di prodotti a base di soia fermentata, come il tofu, il miso, il tempeh, il tamari, perché la fermentazione rende più digeribile questo legume e lo arricchisce di lattobacilli benefici per il nostro intestino.
Alcuni studi, inoltre, hanno dimostrato che l’utilizzo di prodotti di soia fermentata è associato ad un minore rischio di sviluppare tumori alla mammella, polmone, fegato, stomaco e intestino. Bisogna limitare fortemente, invece, le carni rosse, formaggi stagionati, salumi, bevande zuccherate e cibi troppo piccanti.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Sovraffollamento accessi del Pronto soccorso dell’Azienda “Moscati”:nelle ultime 48 ore accesi in netto calo Revocata la disposizione inviata al 118

Tremilaottocentocinquanta accessi dal 18 luglio al 18 agosto; di questi, il 53% (circa 2mila accessi) avrebbe potuto sicuramente trovare...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -