sabato, Gennaio 22, 2022
No menu items!

Medicina del lavoro: scacco a lungaggini e burocrazia

Di Ivan Monaci

I più letti

Sopralluoghi nelle aziende, redazione dei piani di sorveglianza sanitaria, visite mediche per mettere a fuoco periodicamente lo stato di salute del personale, gestione innovativa e personalizzata delle cartelle cliniche, cura del lavoratore, valutazione dei rischi connessi allo svolgimento delle mansioni in azienda: è questo il compito dei team di medici competenti impiegati, come previsto dalle norme nelle aziende e che il decreto legislativo 81/08 rende obbligatorio per molte imprese.
Raffaele Tovino dirige la E.Medi.Cal. Srl, azienda leader nel settore della medicina del lavoro articolata su cinque sedi operative dislocate in altrettante regioni italiane e che può contare su un team costituito da decine di medici specialisti, infermieri professionali, Tecnici della prevenzione.

- Pubblicità -

“Questo settore di cui occupo da anni è diventato un presupposto di innovazione fondamentale e strategica per le aziende a seguito dell’emergenza dettata da Sars-Cov-2. Molte realtà produttive hanno infatti dovuto investire e accendere i fari sulla prevenzione, sulla sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro focalizzando l’attenzione su tutti gli elementi dell’investimento e dell’impresa che presuppongono un rischio per i lavoratori e anche per gli utenti. Quelle che in particolare un tempo venivano considerate malattie professionali e che attenevano alla sicurezza del luogo di lavoro da un punto di vista traumatologico, igienistico e infettivologico oggi hanno assunto una rilevanza assoluta”.

Come si svolge la vostra attività?

La parola chiave è il lavoro di squadra. E.Medi.Cal. in pratica attraverso personale tecnico e medico altamente qualificato consente di soddisfare svariate esigenze di servizi nel campo della medicina del lavoro.

Qualche esempio?
Ad esempio siamo in grado di provvedere alla esecuzione di esami strumentali e diagnostici obbligatori per il personale delle aziende che spesso si rivolgono a centri convenzionati ma che non sempre esprimono in maniera univoca il bisogno del paziente. Il nostro parco macchine è dotato di apparecchiature come elettrocardiogrammi, test per esami audiometrici, eseguiamo anche esami ematochimici, spirometrie e test della visioni, dosaggi di droghe, alcol e tanto altro grazie a uno staff articolato e completo da questo punto di vista.

Quanto ha inciso l’emergenza Covid sulla vostra attività?
C’è stato un impulso molto forte. Le imprese con l’emergenza pandemica hanno avuto consapevolezza di dover dedicare una maggiore attenzione alla sicurezza puntando alla salute degli impiegati come un presupposto di vantaggio competitivo. Da questo punto di vista E.Medi.Cal. ha puntato sull’innovazione e la crescita dei servizi erogati. Ad esempio effettuiamo i test molecolari standard antiCovid e anche gli antigenici rapidi coadiuvando le aziende che hanno bisogno di effettuare degli screening. Un’attività che consente alle imprese di effettuare una capillare e continua sorveglianza sanitaria nelle proprie articolazioni aziendali. Ma andiamo molto oltre.

Fin dove spazia il vostro ambito di attività?
Le prestazioni si affiancano alle indagini conoscitive ce eseguiamo ad esempio sul benessere organizzativo aziendale ma anche per gli interventi formativi per l’utilizzo di apparecchiature salvavita come i defibrillatori, la distruzione meccanica delle vie respiratorie e le nozioni di pronto e primo soccorso con corsi on-line che spaziano dalla sicurezza alimentare, alla privacy, alle norme di prevenzione antincendio. Affianchiamo dunque datori di lavoro ma anche liberi professionisti, partite Iva e lavoratori dipendenti.

Quale la vostra carta vincente?

Certamente la rapidità e l’efficienza ma anche l’innovazione. Investiamo molto in strumentazioni di ultima generazione per consentire tutte le prove, analisi e test ai quali occorre sottoporre i lavoratori. Possiamo contare su ambulatori mobili attrezzati, camper e unità dotate di strumentazioni diagnostiche che consentono di certificare la idoneità al lavoro. Questo sistema ci permette di personalizzare il servizio e di essere rapidi ed efficienti nelle attività di screening che altrimenti richiederebbero settimane di lavoro in esterno all’azienda. I tempi di intervento sono ridottissimi e i costi estremamente contenuti. Ci facciamo carico, inoltre, anche della definizione e risoluzione delle complesse questioni burocratiche relative all’assolvimento della sorveglianza sanitaria che talvolta necessitano l’impegno di risorse interne sottratte alla produzione”.
Il vostro lavoro è sottoposto ad autorizzazione sanitaria?
I nostri processi aziendali sono certificati e di elevata qualità e vantiamo un’esperienza ormai consolidata in un settore strategico che è appunto la Medicina del lavoro”.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Napoli e Provincia: Controlli anti-covid dei carabinieri. Dal positivo che passeggia a quello che va a lavorare

Continuano i controlli dei Carabinieri in tutta la provincia di Napoli per verificare il rispetto delle norme anti-contagio.A Napoli,...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -