sabato, Dicembre 4, 2021
No menu items!

Master on line per infermieri e Professioni sanitarie: Un percorso valido sia per legge sia per efficacia

I più letti

[dropcap color=”#000000″ style=”style-1″ background=”#ffffff” ] M[/dropcap]aster specialistici online per infermieri e le professioni sanitarie: nonostante gli attacchi a questa modalità di alta formazione per infermieri e anche altre professioni sanitarie tecniche della riabilitazione e prevenzione, (attacchi che provengono soprattutto dalle Università ma anche gli ex Collegi Ipasvi), in base a un pronunciamento del Miur (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca), vale la piena validità dei titoli di Master telematici.

- Pubblicità -

(Prot. n. 4270 del 4 Aprile 2008). “Fino a quando non ci sarà un nuovo pronunciamento dello stesso MIUR contro questi Master online, nessun consesso di Professori, si potrà sostituire ad esso, arrogandosi il potere di deliberare decisioni contro la formazione universitaria online e che ogni atto da essi prodotto, sarà fine a se stesso, non avendo la natura di un atto normativo dello Stato” dice sul sito web di “Nursind-infermieristicamente” Pompeo Cammarosano, segretario amministrativo di Nursind Brescia che in un lungo articolo riepiloga norme e leggi che regolamentano la materia. “Attaccando la formazione universitaria online – aggiunge Cammarosano – si finisce per attaccare tutti noi infermieri di corsia, che a causa dei turni, continui salti riposi, difficoltà di conciliazione dei tempi casa e lavoro, per lo scarso tempo a disposizione, non riusciremmo mai a frequentare un Master residenziale, che resterebbe così appannaggio di quei pochi, che hanno buon tempo per scrivere e per disinformare tutti noi, che passiamo, invece, la nostra vita lavorativa a tirare la carretta in corsia”.
Cammarosano spiega di aver frequentato nel 2003 presso l’ Università di Firenze un Master tradizionale in Area Critica e nel 2012 un Master in Management online: “Sia nell’uno che nell’altro caso ho svolto un tirocinio pratico. Quindi nessuna differenza, poiché entrambi i tirocini li ho svolti nella mia Azienda Ospedaliera a Brescia e non presso l’ Università di Firenze. E vi dirò di più che a differenza del Master in Coordinamento tradizionale, quello online, prevedeva addirittura più ore di tirocinio, cinquecento, quasi il doppio rispetto alle ore del primo.
Per le lezioni teoriche, poi, in entrambi i casi, si è studiato sulle slides e dispense e mi chiedo: dove sta, la tanto sventolata differenza tra formazione universitaria tradizionale ed online? Cosa cambia se il docente è dall’altra parte dello schermo o dietro una scrivania? Manca, è vero l’ interazione ma ricordo che non è una condicio sine qua non della formazione e che non sta scritto, nei programmi ministeriali, che le lezioni debbano essere interattive”.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Vaccini ai bambini, si parte a metà dicembre

Vaccinazioni ai bambini da 5 a 11 anni: dopo il via libera dell'Aifa sono fissate per il 13 dicembre...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -