sabato, Gennaio 22, 2022
No menu items!

La variante che (forse) buca i vaccini e che preoccupa il mondo

Il Sudafrica rileva una nuova variante, provocando nuove restrizioni ai viaggi internazionali

I più letti

Giovedì gli scienziati in Sudafrica hanno identificato una nuova variante del coronavirus con mutazioni che secondo uno scienziato hanno segnato un “grande salto nell’evoluzione”, spingendo diversi paesi a limitare rapidamente i viaggi dalla regione. In poche ore, Gran Bretagna, Israele e Singapore avevano limitato i viaggi dal Sudafrica e da alcuni paesi vicini, citando la minaccia della nuova variante. Venerdì, i mercati in Giappone erano in calo in risposta alla scoperta e i funzionari in Australia e Nuova Zelanda hanno affermato che stavano monitorando da vicino la nuova variante.

- Pubblicità -

Covid-19, spaventa la nuova variante Sudafricana: stop agli ingressi in Italia da 7 Paesi

La Commissione europea proporrà anche di limitare i viaggi aerei verso il blocco dall’Africa meridionale sulla base delle preoccupazioni sulla variante, ha affermato Ursula von der Leyen, presidente della Commissione, in un post su Twitter venerdì. Ha fatto riferimento ad esso con il suo nome scientifico, B.1.1.529.
Negli ultimi due giorni, gli scienziati hanno rilevato la variante dopo aver osservato un aumento delle infezioni nel centro economico del Sudafrica che circonda Johannesburg. Finora sono stati identificati 22 casi positivi nel paese, secondo l’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili del Sudafrica. Due casi sono stati rilevati a Hong Kong, entrambi apparentemente legati a qualcuno che era arrivato dal Sud Africa. Nessun caso è stato ancora rilevato in Gran Bretagna.

Dall’inizio della pandemia sono emerse diverse varianti. Una delle loro preoccupazioni di fondo è se ostacoleranno la lotta contro il virus o limiteranno l’efficacia dei vaccini. Gli scienziati sudafricani si incontreranno venerdì con il team tecnico dell’Organizzazione mondiale della sanità per discutere la nuova variante e le autorità gli assegneranno una lettera dell’alfabeto greco.
Ma i governi non aspettano di imporre restrizioni. Giovedì sera, la Gran Bretagna aveva vietato i voli da Sudafrica, Botswana, Eswatini, Lesotho, Namibia e Zimbabwe, a partire da mezzogiorno ora locale di venerdì. Le sei nazioni verranno aggiunte alla lista rossa del paese, che richiederebbe ai viaggiatori britannici provenienti da quelle nazioni di mettere in quarantena all’arrivo.

Sono necessari più dati, ma stiamo prendendo precauzioni ora”, ha detto su Twitter Sajid Javid, il segretario alla salute. In una dichiarazione pubblicata venerdì su un sito web del governo, il Sudafrica ha affermato che solleciterà la Gran Bretagna a riconsiderare la misura, affermando: “La decisione del Regno Unito di vietare temporaneamente ai sudafricani di entrare nel Regno Unito sembra essere stata affrettata, poiché anche il World Health L’organizzazione deve ancora consigliare sui prossimi passi”.
Nel giro di poche ore, funzionari di Israele e Singapore avevano annunciato che anche loro avrebbero aggiunto gli stessi Paesi alle loro liste rosse, insieme al Mozambico.
Nel dicembre 2020, il Sudafrica è stata la prima nazione a segnalare la comparsa della variante Beta, che ora si è diffusa in quasi 70 paesi. Gli scienziati sono preoccupati che alcuni studi clinici abbiano dimostrato che i vaccini offrono una protezione inferiore contro la variante Beta. Da allora, la variante Delta più virulenta e aggressiva si è diffusa in tutto il mondo e si ritiene che stia alimentando l’ultima ondata di casi.

La variante è stata identificata anche in Botswana. Il ministero della salute del paese ha confermato in una dichiarazione che sono stati rilevati quattro casi della nuova variante in persone che erano tutte completamente vaccinate. Tutti e quattro sono stati testati prima del viaggio pianificato. Con oltre 1.200 nuove infezioni, il tasso di infezione giornaliero del Sudafrica è molto più basso che in Germania, dove i nuovi casi stanno guidando un’ondata. Tuttavia, la densità di mutazioni su questa nuova variante fa temere che possa essere altamente contagiosa, portando gli scienziati a dare presto l’allarme.
“Questa variante ci ha sorpreso, ha un grande salto nell’evoluzione, molte più mutazioni di quanto ci aspettassimo, specialmente dopo una terza ondata di Delta molto grave”, ha affermato Tulio de Oliveira, direttore della piattaforma di sequenziamento di ricerca e innovazione KwaZulu-Natal.

La variante B1.1.529 ha una “costellazione di mutazioni molto insolita”, con più di 30 mutazioni nella sola proteina spike, ha affermato de Oliveira. Sul recettore ACE2, la proteina che aiuta a creare un punto di ingresso per il coronavirus per infettare le cellule umane, la nuova variante ha 10 mutazioni. In confronto, la variante Beta ne ha tre, la variante Delta ne ha due, ha affermato de Oliveira.

Gli scienziati non sono ancora chiari sull’efficacia dei vaccini esistenti contro la nuova variante, che mostra mutazioni che potrebbero resistere alla neutralizzazione.
La variante condivide somiglianze con le varianti Lambda e Beta, che sono associate a un’innata evasione dell’immunità, ha affermato Richard Lessells, specialista in malattie infettive presso la piattaforma di sequenziamento di ricerca e innovazione KwaZulu-Natal.
“Tutte queste cose sono ciò che ci preoccupa che questa variante potrebbe non solo avere una maggiore trasmissibilità, quindi diffondersi in modo più efficiente, ma potrebbe anche essere in grado di aggirare parti del sistema immunitario e la protezione che abbiamo nel nostro sistema immunitario”.

La nuova variante è stata ampiamente rilevata tra i giovani, la coorte che ha anche il tasso di vaccinazione più basso in Sud Africa. Poco più di un quarto delle persone di età compresa tra i 18 e i 34 anni in Sudafrica sono vaccinate, ha affermato il dottor Joe Phaahla, ministro della salute del paese. Mentre i casi della nuova variante si concentrano principalmente nel centro economico del paese, in particolare nella capitale, Pretoria, è “solo questione di tempo” prima che il virus si diffonda in tutto il paese mentre le scuole chiudono e le famiglie si preparano a viaggiare per le festività natalizie, ha detto il signor Phaahla.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Napoli e Provincia: Controlli anti-covid dei carabinieri. Dal positivo che passeggia a quello che va a lavorare

Continuano i controlli dei Carabinieri in tutta la provincia di Napoli per verificare il rispetto delle norme anti-contagio.A Napoli,...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -