venerdì, Gennaio 21, 2022
No menu items!

La riabilitazione psichiatrica, Roberta Famulari: il senso della Comunità, il valore dello stare insieme.

I più letti

“La strada abbiamo iniziato a tracciarla con la legge Lorenzin, il percorso fin qui compiuto, portato avanti su sentieri sempre meno tortuosi, è stato duro, l’esperienza comune intensa e abbastanza veloce. Secondo me accelerata dalla situazione di emergenza che siamo stati costretti ad affrontare e che ci siamo trovati addosso. Le 19 professioni sanitarie del nostro Ordine hanno avuto una doppia incombenza da affrontare di cui senza dubbio la prima riguardante l’emergenza epocale che ha coinvolto tutta la sanità italiana. L’altra, invece, specificatamente professionale e dunque relativa al nostro operare quotidiano all’interno dei servizi. In questi due anni tutti i nodi sono venuti al pettine e sono stati sviscerati. C’erano già prima ma si sono acuiti”.

- Pubblicità -

E’ una lunga, profonda e pacata riflessione quella che porta alla nostra attenzione Roberta Famulari Tecnico della riabilitazione psichiatrica, presidente nazionale Cda Terp, intervenuta al secondo convegno delle professioni sanitarie che si è concluso a fine novembre a Rimini.

LA DISAMINA
Una disamina attenta che spazia dal tema dello “stare insieme” sempre saliente per le professioni sanitarie, alla chiamata comune di una gestione difficile e articolata che ruota attorno al punto di vista concettuale, filosofico ed etico della professione.

“Perché tutto evolve e tutto cambia – avverte – e tutto resta ancorato anche alla esigenza di ridefinire il senso di una comunità di professionisti che intende qualificarsi ed evolversi. Parliamo di welfare – sottolinea ancora Famulari – che è un concetto largo, inclusivo, politico e che deve anche essere generativo, ossia in grado di dare forza e sostanza ai contesti. Il nostro intento è valorizzare e capire le capacità residue delle persone affette da disturbi di tipo psichiatrico, lavorare insieme, all’interno del sistema salute. Adesso, dopo l’emergenza Covid, tutti siamo orientati nel porre come primo obiettivo il lavoro della comunità. Sento riferire spesso “il significato profondo del lavoro di Comunità”.

Ma cosa significa esattamente lavorare in comunità? Quali sono i paradigmi di un nostro intervento? Io ritengo che occorra sempre riferirsi al modo in cui organizziamo i servizi. A come perseguiamo gli esiti in termini di salute pubblica. Il “mio giro” professionale tra i pazienti è un elemento fondamentale in Psichiatria. Una connotazione specifica dell’organizzazione dei dipartimenti di Salute mentale. La Riforma Basaglia, che si ingloba nel sistema sanitario nazionale e fa scuola, introduce principi cardine riferiti alla comunità inclusiva e non esclusiva. Paradigma di normalità nelle diversità”.

Ed è così dunque, che si acquisisce sul campo il senso e la direzione del cambiamento, le norme le le soluzioni sul piano burocratico amministrativo che perseguono le soluzioni ai problemi posti, che vengono al seguito di questi cambiamenti che non sono perenni. Un eterno rinnovarsi della riabilitazione psichiatrica.

“Il nostro lavoro attiene ai luoghi di vita, per tutti noi, persegue il benessere, fornisce opportunità. Ci viene richiesto di essere inclusivi e dalle fonti dell’osservazione dell’analisi per trarre dei “beni relazionali” che vadano a influire sulla qualità della vita di ognuno di noi, non solo i pazienti. Un lavoro che dà senso, scopo, fine e significato allo stare insieme dell’uomo. Non solo i pazienti ma
anche i fruitori e i cittadini. Questo stare insieme dunque ci sta dando la possibilità di disegnare il futuro del nostro Ssn e dei nostri servizi regionali. L’Ordine è stata un’esigenza, un’emergenza primaria e abbiamo continuato a lavorare per questo obiettivo comune e pluriprofessionale, pluricomunitario. Nonostante la pandemia. Ne dobbiamo essere consapevoli, ne dobbiamo essere fieri”.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Napoli e Provincia: Controlli anti-covid dei carabinieri. Dal positivo che passeggia a quello che va a lavorare

Continuano i controlli dei Carabinieri in tutta la provincia di Napoli per verificare il rispetto delle norme anti-contagio.A Napoli,...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -