martedì, 29 Novembre, 2022

Giornalesanità.it

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...

Reintegro medici no vax,...

«È stata inviata ai Direttori generali della Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende...

Da oggi il Ministero...

Dopo 985 giorni dalla scoperta del paziente 1 si vuole far passare l'idea...

Ordine dei Fisioterapisti: il...

A meno di un mese di distanza dal semaforo verde fatto scattare agli...
HomeProfessioni e LavoroNeurochirurga italiana dopo...

Neurochirurga italiana dopo 18 anni lascia il Queen’s Hospital di Londra e sceglie il Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli

[dropcap color=”#000000″ style=”style-1″ background=”#ffffff” ] S[/dropcap]ono passati diciotto anni da quando Simona Buonamassa, napoletana del Vomero, appena specializzatasi col massimo dei voti in neurochirurgia alla Federico II di Napoli partiva per Londra per iniziare a lavorare presso il Queen’s Hospital come specialista associata. Da allora la giovane professionista ha collezionato esperienze importanti negli ospedali della capitale britannica: dal National Hospital for Neurology and Neurosurgery all’Oldchurch Hospital, al Charing Cross Hospital, specializzandosi nel trattamento dei tumori cerebrali, negli interventi a paziente sveglio e nelle procedure di mappaggio corticale intraoperatorio. Un percorso professionale tutto inglese continuamente intervallato da esperienze napoletane: il dottorato di ricerca in Neuro-Oncologia Chirurgica nel 2004 alla Seconda Università degli Studi di Napoli e quattro degli otto progetti di ricerca realizzati, portati a termine con i due atenei partenopei, completatisi con fellowship nei migliori centri per il trattamento dei tumori primitivi cerebrali in Canada, Arizona, e Francia.

Dice Simona Buonamassa: “Dopo anni di permanenza a Londra ho deciso di tornare a vivere a Napoli e di continuare la mia esperienza lavorativa a Pozzuoli. Si tratta di una scelta che nasce da diverse ragioni sia personali che professionali. Ho accettato l’incarico a Pozzuoli perché conosco il team di lavoro in cui mi troverò ad operare ed ho verificato quale crescita stia vivendo il Santa Maria delle Grazie in questo momento. Sono molto felice che le esperienze maturate nei miei anni all’estero possano essere messe a disposizione dei pazienti che vivono nella regione in cui sono cresciuta e che mi ha permesso di formarmi professionalmente, ed ulteriormente sviluppate sotto al guida del Dr De Falco”.

Ventinove pubblicazioni, diciannove interventi a congressi internazionali e diciotto anni dopo aver preso l’aereo per Londra, è maturata la scelta del ritorno in Campania. Nel 2018 la dottoressa Buonamassa ha partecipato al concorso come Neurochirurgo presso il Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli; un reparto che, sotto la guida del primario Raffaele De Falco, è diventato un punto di riferimento in Campania, vantando una casistica di ottimo livello e qualificandosi come un polo attrattore per molti pazienti provenienti anche da fuori regione. Ora, dal primo agosto prossimo, il neurochirurgo Simona Bonamassa attraverserà i corridoi del Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli e non più quelli del Queen’s Hospital di Londra.

Dice Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord “Da collega non posso che ringraziare la dottoressa Buonamassa per aver scelto di ritornare a lavorare in Italia. Negli ultimi anni l’ospedale di Pozzuoli è diventato estremamente attrattivo per molti professionisti di diverse discipline che scelgono il Santa Maria delle Grazie per la qualità dell’assistenza e il contesto di lavoro. In Neurochirurgica, Cardiologia, Chirurgia, Urologia l’ospedale flegreo si pone oggi come un punto di riferimento importante. Ringrazio tutti questi giovani professionisti che scelgono di investire sul proprio futuro trasferendosi a Pozzuoli, è un importante segnale che anche in realtà della provincia è possibile realizzare grandi rivoluzioni”.

 

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

L’Urologia del Pascale festeggia 10 anni di chirurgia robotica con 2200 interventi

Napoli, 28 novembre 2022 Se fossero candeline la torta su cui sistemarle dovrebbe essere davvero grossa. 2200 gli interventi urologici effettuati da quel 27 novembre 2012 quando al Pascale veniva operato il primo paziente con il robot da Vinci. A...

Alluvione di Ischia, dichiarazione del presidente De Luca

"La Regione Campania ritiene necessario chiedere lo stato di emergenza per l’isola di Ischia e i territori colpiti da questi eventi atmosferici disastrosi.Esprimo il ringraziamento alle forze della Protezione Civile regionale e nazionale, alle Forze dell’ordine, ai volontari, al...

Frana a Casamicciola: Ordini delle professioni sanitarie pronti ad aiutare

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a cooperare per aiuto soccorsi e assistenza". Così Franco Ascolese che ha messo a disposizione il propio aiuto ai soccorsi impegnati a Ischia per prestare soccorso dopo...