martedì, Agosto 16, 2022
No menu items!

Il 24 maggio viene celebrata la Giornata Nazionale del Terapista Occupazionale

I più letti

Il 24 maggio 1997, nella Gazzetta Ufficiale n°119, venne pubblicato il DM n° 136 che istituiva la figura e il relativo profilo professionale del Terapista Occupazionale descrivendone competenze, ambiti d’intervento e formazione. Una data storica per la nostra professione che trovava, finalmente, il doveroso e ufficiale riconoscimento nel contesto sanitario italiano e che, su iniziativa di AITO (Associazione Italiana dei Terapisti Occupazionali), è diventata celebrativa della Giornata Nazionale del Terapista Occupazionale.

- Pubblicità -

Questa figura professionale sanitaria di area riabilitativa, gioca un ruolo importante nell’aiutare gli individui di tutte le età a superare gli effetti della disabilità causate dalla malattia, dall’invecchiamento, dagli incidenti, dalle inabilità temporanee e permanenti aiutandoli a riprendersi il più alto grado di autonomia possibile nelle attività quotidiane. I terapisti occupazionali in questo particolare momento, dove la vita normale è stata sconvolta, stanno lavorando al fianco delle persone per sviluppare strategie in grado di gestire i cambiamenti, contrastare l’isolamento sociale, aumentare il benessere e favorire una migliore qualità di vita.

Durante la FASE 1 della pandemia da COVID-19 il TO è stato da supporto alla assistenza grazia alla capacità di capire le esigenze e il livello funzionale dei pazienti. Abbiamo attivato il supporto a distanza con teleriabilitazione e couseling telefonico.

In particolare segnalo il ruolo dei TO nelle RSA, abbiamo svolto un fondamentale ruolo per facilitare i video incontri con i familiari dei ricoverati. Sono stati momenti carichi di affettività ed emotività. Il contatto emotivo e la relazione sono fondamentali nel nostro lavoro ma qui è stato particolarmente significativo.

La Commissione d’Albo dei Terapisti Occupazionali dell’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio ha deciso di promuovere questa ricorrenza con un incontro online, riservato ai propri iscritti, nel corso del quale i commissari dell’Albo si presenteranno e illustreranno le iniziative fin qui intraprese e le strade da esplorare e percorrere insieme verso un futuro che vedrà, ancora una volta, i Terapisti Occupazionali in prima linea per aiutare la persona ad essere partecipe e protagonista della propria vita.

La professione del Terapista Occupazionale è ancora poco conosciuta ma sta assumendo sempre più un ruolo fondamentale nel panorama assistenziale sanitario.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Africa, aumenta la vita media ma il Covid rischia di vanificare tutto

L’aspettativa di vita in buona salute nella regione africana è aumentata in media di 10 anni per persona nel...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -