martedì, 29 Novembre, 2022

Giornalesanità.it

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...

Reintegro medici no vax,...

«È stata inviata ai Direttori generali della Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende...

Da oggi il Ministero...

Dopo 985 giorni dalla scoperta del paziente 1 si vuole far passare l'idea...

Ordine dei Fisioterapisti: il...

A meno di un mese di distanza dal semaforo verde fatto scattare agli...
HomeSpecialiI Terapisti della...

I Terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva: ecco il vero volto dei professionisti dell’infanzia e dell’adolescenza

I Terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva? “Rappresentano una figura unica della tradizione italiana e affondano radici nella neuropsichiatria infantile una specialità medica della storia sanitaria e assistenziale italiana”.

Parola di Andrea Bonifacio professionista del settore presidente

“Il nostro lavoro si accompagna a quello dei care-giver, approfondisce e sviluppa la necessità di inquadrare la persone in crescita a 360- gradi e quella di ingaggio delle figure genitoriali e di riferimento. Indica un’alleanza terapeutica con tutte le figure che svolgono la funzione di care-givers nel percorso di vita di un bambino dunque a cominciare dalle baby-sitter per finire a chi si occupa della persona nell’età evolutiva e nelle sue diverse fasi di crescita, in quel percorso di acquisizione delle capacità intellettive, psichiche, fisiche e relazionali. Di diventare insomma referente di queste persone. L’obiettivo è intervenire nel setting riabilitativo a 360 gradi, con un allargamento del raggio d’azione in tutto il pattern evolutivo del bambino e dunque non solo nel setting riabilitativo. Come ho detto più volte, anche in altre interviste, non ci sono professionisti simili in Europa e nel mondo.
Attraverso il nostro lavoro che agisce sulle abilità, il recupero di abilità e la prevenzione delle disabilità ci prendiamo cura dei bambini che crescono con tutto il loro bagaglio di difficoltà talvolta, in alcuni casi, più evidenti e impegnative e in altri solo passeggere ma in ogni caso sempre tipiche dell’età evolutiva”. Parliamo della fascia di età pediatrica, da 0 a 18 anni, all’interno di quel modello culturale e scientifico annoverato come “modello biopsicosociale della disabilità”
definito dell’Oms.

Se un bambino – conclude Bonifacio – non riesce a realizzare e conquistare serenamente tutte le tappe necessarie alla sua naturale crescita, a causa di disabilità dovute a ritardi di acquisizione, disturbi o patologie, può chiedere aiuto al Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (Tnpee) sapendo che si tratta di un professionista di quella età. E questa possibilità esiste solo in Italia”.

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

L’Urologia del Pascale festeggia 10 anni di chirurgia robotica con 2200 interventi

Napoli, 28 novembre 2022 Se fossero candeline la torta su cui sistemarle dovrebbe essere davvero grossa. 2200 gli interventi urologici effettuati da quel 27 novembre 2012 quando al Pascale veniva operato il primo paziente con il robot da Vinci. A...

Alluvione di Ischia, dichiarazione del presidente De Luca

"La Regione Campania ritiene necessario chiedere lo stato di emergenza per l’isola di Ischia e i territori colpiti da questi eventi atmosferici disastrosi.Esprimo il ringraziamento alle forze della Protezione Civile regionale e nazionale, alle Forze dell’ordine, ai volontari, al...

Frana a Casamicciola: Ordini delle professioni sanitarie pronti ad aiutare

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a cooperare per aiuto soccorsi e assistenza". Così Franco Ascolese che ha messo a disposizione il propio aiuto ai soccorsi impegnati a Ischia per prestare soccorso dopo...