sabato, 28 Gennaio, 2023

Giornalesanità.it

Il Ministro della Salute...

Secondo incontro delle Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle professioni sociosanitarie (medici...

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...

Reintegro medici no vax,...

«È stata inviata ai Direttori generali della Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende...

Da oggi il Ministero...

Dopo 985 giorni dalla scoperta del paziente 1 si vuole far passare l'idea...
HomeComunicati stampaGiornata Mondiale dell’Alimentazione:...

Giornata Mondiale dell’Alimentazione: con i Dietisti il cambiamento parte dalla tavola

Ricorre domenica 16 ottobre la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che quest’anno propone lo slogan “Non lasciare nessuno indietro”. La frase si riferisce alla necessità di ripensare l’alimentazione e i suoi processi in un contesto storico difficile, segnato dalla pandemia di COVID-19, dai conflitti internazionali, dal cambiamento climatico e dai prezzi in ascesa. Ognuno di questi fattori determina ripercussioni sulla sicurezza alimentare in termini di accesso e di disponibilità di cibi nutrienti.

Per risolvere la crisi globale, e per far sì che tutti, in tutti i Paesi del mondo, abbiano accesso regolare a una quantità sufficiente di alimenti dalle adeguate proprietà nutritive, occorre immaginare soluzioni che coinvolgano tutte le fasi della filiera alimentare, partendo dalla produzione e passando per la nutrizione, portando su scala più ampia a un miglioramento dell’ambiente e della qualità della vita. È prioritario trasformare i processi agroalimentari, implementando soluzioni sostenibili e olistiche che tengano conto dello sviluppo a lungo termine, della crescita economica inclusiva e di una maggiore resilienza del sistema.

Il cambiamento, però, può e deve partire anche dalle pratiche quotidiane del singolo, ed è proprio in tale contesto che i Dietisti mettono a disposizione le loro competenze, per educare le persone a una corretta alimentazione, per assistere chi si trova in difficoltà dal punto di vista nutrizionale e per fornire soluzioni sostenibili per la ristorazione collettiva. Il Dietista è anche uno dei Professionisti Sanitari di riferimento per l’implementazione dell’assistenza nutrizionale in ambito clinico, a contrasto degli effetti della malnutrizione correlata a patologie. Proprio a settembre 2022, con la firma della Dichiarazione di Vienna da parte dell’European Society for Clinical Nutrition and Metabolism (ESPEN) e della Federazione Europea delle Associazioni dei Dietisti (EFAD), insieme al Forum europeo dei pazienti e a oltre 75 Associazioni di tutto il mondo, l’assistenza nutrizionale è stata inserita tra i diritti dell’uomo: un segnale forte che rimarca l’importanza della nutrizione in chiave terapeutica e preventiva, oltre a dare rilievo ai Professionisti Sanitari che accompagnano le persone in tali percorsi assistenziali.

Proprio sul tema della nutrizione, e in occasione della Giornata Mondiale, gli Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (TSRM e PSTRP) della Lombardia hanno indetto alcune iniziative a carattere benefico e divulgativo. L’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio ha organizzato un evento in collaborazione con il Comitato Provinciale di Monza e Brianza per Unicef contro il fenomeno endemico della malnutrizione, in particolare di quella infantile. La Corsa delle Professioni Sanitarie 2022, che si è svolta lo scorso 9 ottobre al Parco di Monza, ha visto la partecipazione di oltre 100 iscritti e ha consentito l’invio di kit salvavita a bambini che soffrono l’insufficienza di cibo nutriente a causa di carestie o guerre.

Le Commissioni d’Albo Dietisti degli Ordini TSRM e PSTRP della Lombardia hanno realizzato un’infografica dedicata alla figura del Dietista, con l’obiettivo di fare chiarezza sul suo ruolo e sulle sue competenze specifiche: il profilo professionale, gli ambiti in cui opera, le attività che esercita e che lo caratterizzano. L’illustrazione si rivolge con intento divulgativo a cittadini, pazienti e caregiver, ma anche a tutti gli operatori della sanità, per aiutare l’identificazione della figura del Dietista e delle sue funzioni. Il cambiamento, infatti, parte anche da una comunicazione consapevole, in grado di rivolgersi alle persone con bisogni nutrizionali specifici e di guidarle verso un Professionista qualificato: solo così sarà davvero possibile “non lasciare nessuno indietro”.

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

Il Ministro della Salute incontra i rappresentanti degli oltre 1,5 milioni di professionisti sanitari e sociosanitari

Secondo incontro delle Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle professioni sociosanitarie (medici e odontoiatri, infermieri, farmacisti, tecnici sanitari e professionisti della riabilitazione e della prevenzione, fisioterapisti, chimici e fisici, medici veterinari, psicologi, assistenti sociali, ostetriche, biologi) con il...

Neonato deceduto al Pertini, Ministro Schillaci: sicurezza partorienti e adeguate condizioni lavoro personale

Il ministro della Salute Orazio Schillaci sta seguendo con la massima attenzione il caso del neonato deceduto all’ospedale Pertini e della sua mamma alla quale esprime tutta la sua vicinanza in un momento tanto difficile e doloroso. Il Ministero ha...

Accesso alle terapia innovative: come rendere i percorsi meno accidentati, per garantire le migliori cure possibili a tutti i cittadini. L’esempio del Veneto.

Nonostante il grande impegno normativo di questi anni dell’Agenzia Italiana della Farmaco (AIFA) per accelerare le procedure di approvazione e di accesso alle terapie innovative, ancora oggi la tempistica reale di accesso alla terapia per il paziente può richiedere...