giovedì, 8 Dicembre, 2022

Giornalesanità.it

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...

Reintegro medici no vax,...

«È stata inviata ai Direttori generali della Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende...

Da oggi il Ministero...

Dopo 985 giorni dalla scoperta del paziente 1 si vuole far passare l'idea...

Ordine dei Fisioterapisti: il...

A meno di un mese di distanza dal semaforo verde fatto scattare agli...
HomeCronacaBologna, un'altra infermiera...

Bologna, un’altra infermiera aggredita al pronto soccorso.

[dropcap color=”#000000″ style=”style-1″ background=”#ffffff” ] U[/dropcap]n’altra aggressione nei confronti del personale sanitario all’ospedale Maggiore di Bologna.
Un altro episodio di violenza che si aggiunge ad una serie avvenute nei centri ospedalieri della città.
Vittima dell’aggressione è un’infermiera di 27 anni in servizio, aggredita dal figlio di un paziente a cui stava praticando un’iniezione di antidolorifico.
Il paziente si trovava in ospedale a seguito di un incidente stradale nel quale aveva riportato alcune fratture.
Il figlio, 30 enne di origini campane, sentendo il padre lamentarsi per l’iniezione, si è avventato sull’infermiera che ha riportato lividi e abrasioni guaribili in 7 giorni. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 30enne è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio. L’infermiera potrebbe a sua volta denunciarlo per le lesioni subite.
A causa dei numerosi episodi di violenza contro operatori dei pronto soccorso, l’Azienda USL di Bologna e la Regione Emilia, hanno presentato alle organizzazioni sindacali, un piano per la sicurezza del personale, che prevede – spiega una nota dell’Ausl -una polizza assicurativa, l’offerta di patrocinio legale e la denuncia per interruzione di pubblico servizio a favore degli operatori sanitari, in particolare per chi lavora nei pronto soccorso, nelle strutture di salute mentale, assistenza domiciliare, 118 e front office.
L’Azienda sanitaria inoltre, ha comunicato che continuerà a tenere percorsi formativi, anche in presenza di agenti di polizia, mirati a saper riconoscere un individuo potenzialmente aggressivo e, a saper gestire situazioni di tensione e aggressività.

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

Ordine dei Fisioterapisti, si parte

Ordine dei Fisioterapisti: con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale (serie generale n.280 del 30 novembre del 2022) è ai nastri di partenza il nuovo Ente autonomo nato dalla gemmazione dall’Ordine delle professioni sanitarie Tsrm Pstrp con il decreto dell’8...

Trovato il corpo senza vita di Andrea Calcaterra, il medico 51enne di Trecate scomparso dal 15 novembre scorso

Il corpo senza vita di Andrea Calcaterra - medico 51enne di Trecate (Novara) che risulta scomparso dal 15 novembre scorso - è stato trovato dalle squadre di ricerca poco distante dalla sua auto, che era parcheggiata nei boschi di...

Il Pascale sigla accordo con il Congo

Napoli, 6 dicembre 2022La serata di ieri sera, nella magnifica cornice del teatrino di corte di Palazzo reale, può racchiudersi tutta nell’abbraccio tra il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi e il console del Congo a Napoli, Angelo Melone....