domenica, 28 Maggio, 2023

Giornalesanità.it

In lutto la medicina...

Gabriella Fabbrocini, 58 anni, docente ordinario di Dermatologia dell’Università Federico II è morta...

Napoli Cardarelli, neuroradiologia interventistica...

La Neuroradiologia del Cardarelli, diretta da Mario Muto è stata identificata dalla Regione...

Il Ministro della Salute...

Secondo incontro delle Federazioni e Consigli nazionali degli Ordini delle professioni sociosanitarie (medici...

Frana a Casamicciola: Ordini...

"Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Na è pronto a...
HomeCronacaBollettino covid 8...

Bollettino covid 8 novembre. In un mese decessi da 26 a 367 al giorno

Rimandato alla tarda mattinata di oggi la riunione della cabina di regia per aggiornare i dati epidemiologici condensati nei 21 indicatori di un algoritmo che misura la situazione in ogni regione con un meccanismo automatico che attribuisce uno dei tre colori, rosso, arancione e giallo, per altrettanti livelli di misure restrittive. Ieri niente di invariato rispetto al giorno precedente. Fatti molti meno tamponi e trovati 32.616 nuovi positivi contro i 39811 di sabato, pari al 17,1% di positivi al tampone contro il 17,2% di sabato. Altre 115 terapie intensive in più e ben 1331 ricoveri in più. Calano i morti: solo 331 contro i 425 del giorno prima e cala un po’ l’indice Rt: ieri 1,41.

Il punto della settimana può essere utile a capire la gravità della situazione.
Questa settimana abbiamo avuto una media di circa 32.300 nuovi casi al giorno; erano 26.200 una settimana fa, 15.900 due settimane fa e 4.200 quattro settimane fa
Questa settimana una media di 367 morti al giorno, erano 213 una settimana fa, 114 due settimane fa, solo 26 al giorno quattro settimane fa. Comunque l’indice di mortalità si mantiene costante. Questa settimana è stato circa il 2%.
Ieri 2.749 terapie intensive, erano 1939 una settimana fa, 1208 due settimane fa e 420 quattro settimane fa. Anche la percentuale di pisitivi che finiscono in terapia intensiva è più o meno costante. In questo momento sono in terapia intensiva lo 0,49% di tutti gli attualmente positivi.
È invece in costante ascesa la percentuale di positivi al tampone: questa settimana è stata in media del 16,1%, era 13,9% una settimana fa, 9,9% due settimane fa e 3,8% quattro settimane fa

Le regioni con più casi: Lombardia 6318, Campania 4601, Piemonte 3884, Veneto 3362, Lazio 2489, Toscana 2479, Emilia-Romagna 2360
Quelle con più alta percentuale di positivi al tampone:
Veneto 29,4%, Trentino AA 26,3%, Piemonte 26,2%, Basilicata 19,9%, Emilia-Romagna e Liguria 18,2%, Campania 17,8%, Abbruzzo 17,4%, Lombardia 16,5%, Sicilia 15,7%
Record di tamponi e di nuovi casi in Campania: 4601 contro i 4309 di ieri, pari al 17,8% di positivi al tampone contro il 19% di ieri. 7 terapie intensive e 61 ricoveri in più di ieri. Oggi si contano 15 morti come ieri e l’indice Rt cala un pochino: 1,47
Ecco il punto della settimana in Campania: circa 3 900 casi in media al giorno questa settimana, erano 3000 una settimana fa, 1830 due settimane fa e 600 quattro settimane fa.
Questa settimana 21 morti al giorno in media. Erano 15 una settimana fa, 10 due settimane fa e solo 2 quattro settimane fa. Comunque l’indice di mortalità è stabile intorno all’1%, il più basso fra le regioni italiane. Ieri 186 terapie intensive, erano 170 una settimana fa, 113 due settimane fa, 61 quattro terapie infettive. In questo momento sono in terapia intensiva solo lo 0,27% degli attualmente positivi della Campania, la percentuale più bassa fra tutte le regioni italiane

Commenti da Facebook
spot_img

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta sempre aggiornato sui temi di maggiore attualità nell'ambito sanitario e ricevi settimanalmente le nostre ultime notizie

Continua a leggere

Approvazione ieri in Parlamento, grazie al lavoro dell’Integruppo Parlamentare Malattie Rare e Oncoematologiche con UNIAMO, FAVO e AIL

La mozione presentata in Parlamento grazie al lavoro dell’Intergruppo Parlamentare Malattie Rare e Oncologiche e delle Federazioni UNIAMO e FAVO e AIL, è stata approvata all’unanimità, con particolare focus su diagnosi precoce, accesso ai farmaci e partecipazione delle associazioni...

In lutto la medicina campana, muore Gabriella Fabbrocini, ordinario di Dermatologia della Federico II di Napoli

Gabriella Fabbrocini, 58 anni, docente ordinario di Dermatologia dell’Università Federico II è morta stamattina nella sua casa a Napoli dove è tornata in ambulanza dopo essere stata dimessa giovedì sera dall’Istituto Pascale di Napoli in condizioni disperate a causa...

Malattie rare: al Bambino Gesù 20 reti europee e 23 centri di riferimento regionali

Il Bambino Gesù partecipa a 20 Reti Europee (ERN) ed è il riferimento per 23 Centri della Rete Regionale del Lazio per le malattie rare. Alla vigilia della Giornata Mondiale delle Malattie Rare del 28 febbraio, l’Ospedale annuncia l’apertura di un percorso dedicato alla...