sabato, Dicembre 4, 2021
No menu items!

Bollettino Covid 1 ottobre del 2021

I più letti

Oggi è andata un po’ meglio di ieri: sono stati contati in Italia 3,405 casi contro i 3804 di ieri, l’1,16% di positivi al tampone contro l’1,23, 52 morti, 1 più di ieri, e 656 attualmente positivi in meno, 11 terapie intensive e 80 ricoveri in meno, Rt a 0,88
Circa 262.000 vaccinazioni nelle ultime 24 ore.
Al momento il 73,8% della popolazione ha ricevuto almeno una dose e il 71,8% è stato completamente vaccinato. Le regioni con più casi: Sicilia 434, Lombardia 381, Emilia-Romagna 351, Veneto 349, Lazio 289, Campania 286, Puglia 172.
Un po’ meglio di ieri anche in Campania con 286 casi contro 335, l’1,84% di positivi al tampone contro l’1,96% di ieri 7 morti, 1 più di ieri, e 37 attualmente positivi in meno. Stabili le terapie intensive e 12 ricoveri in meno
Rt a 0,86. Circa 20 mila vaccinazioni nelle ultime 24 ore. Al momento il 74,5% della popolazione ha ricevuto almeno una dose e il 63,6% è stato completamente vaccinato.
I dati di letalità in Campania negli ultimi mesi, con i riconteggi dei decessi, mostrano un aumento considerevole dei casi a visto infausto superiore alla media nazionale anche se, in valore assoluto, tenendo conto dei dati dall’inizio della pandemia la Campania conserva mezzo punto percentuale in meglio rispetto alla media italiana. Segno che le infezioni contate con l’ultima ondata e anche quest’estate, probabilmente a causa delle varianti, nonostante il freno delle vaccinazioni che ha ridotto il numero dei casi, ha dato luogo a infezioni più gravi con una più alta tendenza di esito al decesso di quanto non sia avvenuto nel culmine delle precedenti ondate. Il virus oggi tenuto a bada dalle vaccinazioni fa meno casi ma miete più vittime nella quota, soprattutto di non vaccinati e anche tra i giovani e sani, costretti al ricovero per infezioni che si presentano più gravi.

Commenti da Facebook
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
Ultime notizie

Vaccini ai bambini, si parte a metà dicembre

Vaccinazioni ai bambini da 5 a 11 anni: dopo il via libera dell'Aifa sono fissate per il 13 dicembre...
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -