martedì, Ottobre 19, 2021
No menu items!

Anna Tatangelo testimonial per la campagna della Dermatologia federiciana per la prevenzione contro il melanoma che parte il prossimo 16 giugno

Da non perdere

E’ la bella Anna Tatangelo la testimonial scelta dalla Dermatologia federiciana, diretta dalla Prof. Gabriella Fabbrocini, per la campagna di informazione e prevenzione che partirà il prossimo 16 giugno nell’ambito del progetto “Non morire di melanoma”, finanziato dalla Regione Campania (Decreto dirigenziale n.75/2017, Burc n. 58 del 24.07.2017).

La nostra Azienda ospedaliera universitaria, grazie alla professoressa Gabriella Fabbrocini, è da sempre molto attiva nel sensibilizzare sull’importanza di una diagnosi precoce per affrontare il melanoma – commenta in proposito il direttore generale Anna Iervolino – Del resto, la Federico II esprime in questo campo, come in tutte le più importanti branche della medicina, le migliori professionalità sia sotto il profilo assistenziale che della ricerca”.

Tipica bellezza mediterranea, lunghi capelli scuri e pelle diafana, Anna Tatangelo ha subito accettato di prestare il suo volto e la sua voce per mettere in guardia i napoletani sui rischi del melanoma: “Una mia amica carissima ha rischiato di morire. Ricordo ancora l’ansia, la paura – racconta Anna Tatangelo – Fortunatamente il suo melanoma è stato diagnosticato in tempo e lei ora sta bene. Ma non è assolutamente il caso di rischiare: per questo con mio figlio Andrea facciamo controllare ogni anno i nostri nei”.

Il melanoma è uno dei tumori cutanei più aggressivi, ma anche completamente eradicabile se diagnosticato in tempo – spiega la Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore dell’Unità Operativa Clinica di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e presidente della scuola di specializzazione, oltre che membro della Commissione nazionale per la medicina di genere – La paura innescata dalla pandemia, però, e anche la tendenza molto diffusa a sottovalutare i sintomi e a rimandare i controlli, decisamente non ha agevolato la prevenzione. Da qui l’esigenza di una campagna di comunicazione e informazione incisiva, che ci aiuti a salvare in tutti i sensi la pelle delle persone”.

Quattro gli spot girati dalla Tatangelo che saranno visibili a partire, appunto, dal 16 giugno, in tutte le stazioni in cui è presente Videometrò: linea 1 della metropolitana, Circumvesuviana e Circumflegrea e funicolari.

Commenti da Facebook
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Ultime notizie

Inquinamento ambientale e Covid: Italia a rischio denatalità

Inquinamento ambientale e Covid sono due elementi che rendono ancora più acuta la denatalità livello planetario (anche in Africa...
- Advertisement -spot_img

Articoli correlati

- Advertisement -spot_img